Chi erano i toltechi?

tolteca

Molte culture e società sono andate e venute in tutta l’America durante lo scorso millennio. La cultura tolteca del Messico centrale è scoppiata nella consapevolezza del pubblico in questi ultimi anni. Molti libri e insegnamenti hanno condiviso la saggezza di questi popoli antichi da prospettive diverse e spesso con informazioni contraddittorie.

Ci sono pochissimi dettagli fattuali sulla civiltà tolteca che sono sopravvissuti e sono disponibili oggi. I Toltechi avevano un linguaggio scritto, e scomparirono dalle loro città 200 anni prima degli Aztechi stabilendosi vicino a quello che oggi è la Città del Messico.

Gli Aztechi tramandarono ciò che sapevano basandosi sulla storia dei “Toltechi “, tra leggende e mitologie spirituali che successivamente adottarono per se stessi. La maggior parte dei codici aztechi furono bruciati dagli spagnoli nel tentativo di cancellare la loro cultura e convertire gli Aztechi alle credenze religiose degli ispanici. Le culture mesoamericane del periodo adoravano il dio Quetzalcoatl, il serpente piumato, che tra gli altri, diceva di essere un dio gentile e padrone della filosofia e dell’apprendimento.

La cultura ora chiamata tolteca fu la prima dei tre grandi gruppi che andarono in Messico centrale da nord nell’ VIII secolo AC. Si stabilirono a Tula (chiamata anche Tollan), “il luogo delle Canne”, nello stato messicano di Hidalgo, a nord di quello che oggi è chiamata Città del Messico. A Tula i Toltechi acquisirono familiarità con la fusione del metallo e divennero maestri carpentieri.

Alcuni credono che i Toltechi fossero forti guerrieri, altri li collegano con le piramidi di Teotihuacán, che non mostrano segni di fortificazione o di guerra. La loro cultura scomparve nel XII secolo, per ragioni sconosciute, forse invasi da una seconda ondata di gente, i chichimecas.  La cultura chichimecas lentamente scomparve, e il Messico centrale entrò in un periodo oscuro e caotico fino a che gli Aztechi salirono al potere nel Tenochtitlán, nei primi anni del 1300. La loro vasta civiltà durò fino a quando arrivarono gli spagnoli 200 anni più tardi.

Gli Aztechi rispettavano i Toltechi come “uomini di scienza”, e riscrissero, alcuni di loro, la propria storia cercando di dimostrare una sorta di collegamento con i Toltechi. La parola Toltechi si dice venire dalla lingua Nahuatl di quella zona, e significa “capomastro” o “artista.” Non c’è però modo di avere dati precisi di questi antichi popoli, o che lingua parlassero veramente.

I fondatori delle grandi piramidi di Teotihuacán, a nord est di Città del Messico, sono stati anche chiamati toltechi da molti ricercatori e insegnanti. E ‘importante notare che i nomi e la storia di queste prime persone sono stati distorti nei secoli per adattarsi alle esigenze del tempo. E’ importante riconoscere che ci sono culture diverse nel centro del Messico che possedevano una profonda comprensione spirituale e una notevole conoscenza dell’astronomia, con sofisticati sistemi di governo, agricoltura, e costruzione edile.

L’antico popolo del Messico e gran parte dell’America Latina erano maestri in pietra, oro, argento e altri metalli, e usavano la loro arte per celebrare la vita e le loro divinità.  Anche se i Toltechi non hanno lasciato molti indizi sulle loro origini, lingua, religione, o altri fatti della loro vita quotidiana, la loro arte sopravvive come una piccola finestra in un tempo e modo di vita che probabilmente rimarrà un mistero sempre. Forse è opportuno chiamare questo antico popolo sconosciuto del Messico centrale con il sinonimo di artisti della pietra e delle costruzioni e “artisti dello spirito.”

Igno-rando

 

Bookmark the permalink.

4 Responses to Chi erano i toltechi?

  1. giuseppe says:

    Ciao, interessante questo sui Tolcheti, ovviamente quando viene una nuova civiltà come gli spagnoli subito cominciano a bruciare la loro storia la loro cultura è sottomettere una tribù alla loro religione non si fa per aiutare tale cultura ma per sfuttrare il popolo per i loro scopi di lucro la storia ci dice questo sfruttati per l’estrazione dell’oro dispiace che purtroppo oggi sappiamo poco di questa cultura che io devo ammettere la mia ignoranza ammettendo che ignoravo tale popolazione.

  2. Agustin says:

    This is really interesting, You are a very skilled blogger.
    I’ve joined your feed and look forward to seeking more
    of your great post. Also, I have shared your website in my social networks!

    • Igno-rando says:

      Thanks Agustin is a pleasure and an honor to read your comment, every month we insert a new article, you’ll read more here 🙂

  3. fifa 17 says:

    The info is incredibly useful